Lunedì, 29 Maggio 2017

Il betting exchange in italia è disponibile dall'inizio dell' Aprile 2014 . Per Betting Exchange si intende una particolare modalità di scommessa online che è stata introdotta da Betfair all'inizio di questo millennio, grazie ad due amici Inglesi che in quel periodo fondarono Betfair e diedero il via ad una vera e propria rivoluzione nel mondo delle scommesse online, rendendole simili a ciò che già accadeva nei mercati finanziari con i titoli societari. Fino a qualche anno fa era consentito ufficiosamente aprire un conto in Inghilterra ed operare da altri paesi , come ad esempio l'italia, ma poi , dal 2010 in poi Betfair.com non ha più accettato aperture di conti da parte degli Italiani, in vista dell'apertura del nuovo Betfair Exchange Italiano.

Fortunatamente, il decreto relativo alla legge n. 47 che normalizza il Betting Exchange in Italia, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 9 maggio 2013, detta precise regolamentazioni per per l'introduzione di questa nuova modalità di scommessa, rivolte a tutti gli operatori autorizzati al gioco a distanza da AAMS, che se vorranno erogare servizi di betting exchange in italia dovranno necessariamente rispettare. Dallo studio del decreto ministeriale sul Betting Exchange e delle successive comunicazioni relative al protocollo di comunicazione da adottare per interfacciarsi con Sogei si intuisce che lo sviluppo del Betting Exchange in Italia si differenzia dal Betting Exchange dei siti .com ( betfair.com , Betdaq.com)

Una prima considerazione è relativa alla minore liquidità e frequenza degli scambi delle quote, che di fatto sta in parte rallentando la crescita del Betting Exchange in Italia, confinandolo per il momento a prodotto di nicchia. Il decreto sancisce difatti il divieto di creare un network tra diverse piattaforme dei concessionari di betting exchange (cosa che di fatto avrebbe aiutato a concentrare la liquidità in un unico book per ogni evento), ma non di creare un unico network tra i propri clienti così come ha fatto Active Games.
Tale limitazione tutta italiana, favorirà di fatto la nascita di moltissime piattaforme di betting exchange che entreranno in competizione fra loro, ma solo chi potrà offrire liquidità elevata e scambi consistenti avrà la meglio, per lo meno finchè non verrà riconsiderata la possibilità di una liquidità unificata nel betting exchange (così come avviene in borsa) : fino a quando non avverrà ci saranno alcuni problemi di liquidità nel betting exchange in italia

 Per operare con successo e rischiare poco nel Betting Exchange in italia è auspicabile avere una elevata liquidità nei book o ladder , così da potersi chiudere in ogni momento ed uscire dal gioco con un discreto profitto o comunque limitando i danni: maggiore liquidità comporta automaticamente più scambi e quindi più incassi di imposte ( le imposte sono solo sul guadagno, ma nel betting exchange in italia le scommesse vengono scambiate tra giocatori, quindi ad ogni perdita corrisponde automaticamente una vincita - dell'altro operatore - tassabile).
Altra limitazione imposta dal decreto che regolarizza il betting exchange in italia è la disponibilità di solo alcuni fra i mercati sportivi offerti da Betfair.com che consisteranno ,almeno inizialmente , nel palinsesto  scommesse AAMS,e pertanto con la grande esclusione dell'ippica dal betting exchange, che è di fatto il mercato con i volumi più alti rispetto a qualsiasi altro sport. 

Nel Betting Exchange Italia è stato fissato anche un'importo minimo per ciascuna scommessa, ovvero 0,50 centesimi di euro , non si potranno vincere somme superiori ai 10.000 euro derivanti da un'unica puntata. Non sarà possibile bancare le multiple come su Betfair.com e le scommesse saranno quindi esclusivamente singole su eventi sportivi determinati.
Le commissioni massime per il betting exchange in italia che l’ operatore autorizzato AAMS potrà addebitare al cliente sono fissate al 10% dei profitti realizzati (ma questo esprirme solo un valore massimo ed essendoci di fatto moltissima concorrenza fra operatori non sarà difficile trovarne qualcuno con commissioni anche nell'ordine della metà)  Le imposte governative sul Betting Exchange in Italia sono fissate al 20%, calcolate sul profitto lordo generato dal cliente su ogni singola operazione.
Per aprire un conto di Betting exchange in italia CLICCARE QUI


Impara betting exchange nuovo

Questo sito utilizza cookies per migliorare il servizio. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso.