Betting Exchange: pubblicità confusa e non sufficiente ma il mercato è pronto
Domenica, 30 Aprile 2017

Betting Exchange: pubblicità confusa e non sufficiente ma il mercato è pronto In evidenza

Sabato, 06 Dicembre 2014 00:00

sviluppo-campagna-attività-betting-exchangeNonostante i nostri dubbi iniziali sul corretto timing scelto per l'organizzazione del Convegno Nazionale sul Betting promosso da Betting Exchange Italia ,  l'attività a diversi livelli e spesso senza introiti diretti volta alla diffusione e allo sviluppo del Betting Exchange in italia si sta dimostrando abbastanza produttiva.  Viene da chiedersi però, monitorando il regime di spesa pubblicitaria sia intesa come adv puro che come organizzazione di eventi gratuiti tutti in grande stile e senza badare a spese, quale realtà finanziatrice vi sia dietro o quali ritorni si aspetti tale azienda e da che fonti, Aggiungiamo che negli ultimi mesi i media parlano e si interessano al Betting Exchange non tanto per riportare notizie specifiche al nuovo sistema di gioco o agli operatori coinvolti (peraltro, a parte la news su piattaforma Activegames, quasi assenti), ma escluisivamente dopo ogni sensibilizzazione al fenomeno ad opera di Betting Exchange Italia tramite le sue continue attività, non solo limitate all'organizzazione di grandi eventi ma anche a consulenze gratuite come per l'adattamento e localizzazione della piattaforma Traderline di cui non hanno neanche l'esclusiva ma che hanno voluto e dovuto fare per risolvere la totale carenza di software per il betting exchange in Italia.  

Al contempo invece, per lo meno come percezione, l'attività promozionale ad opera dei diretti interessati (ovvero gli operatori atuorizzati) appare scarsa, tardiva o comunque non efficace. Si prenda ad esempio la campagna pubblicitaria di Betfair sul cash out,   funzionalità scelta come "cavallo di troia" per attirare l'attenzione sul nuovo sistema (perchè era questo l'intento vero??): due sondaggi a campione  ( in sale scommesse e per strada) sembrano dimostrare come essa sia apparsa poco comprensibile anche a chi già è esperto di scommesse. Soprattutto non si riesce a trasmettere appieno il reale appeal della possibilità di poter "rivendere " la scommessa in qualsiasi momento ,avendo un profitto certo a prescindere dalla realizzazione dell'esito finale sul quale si è puntato .

Probabilmente si sta cercando di far digerire lentamente le innovazioni insite nell'exchange, nominandolo ma non spiegandolo, in attesa che la liquidità e l'interesse cresca e senza quindi esporsi eccessivamente senza sapere quale sarà il reale successo del punta e banca in italia. Ma è "un cane che SCEGLIE di mordersi la coda" a nostro avviso; non è rimanendo cauti che si uscirà dall'empasse di una borsa scommesse finalmente arrivata ma funzionante al 10% delle sue possibilità.

Ed allora , alla luce di ciò, ci sentiamo di chiedere scusa a Betting Exchange Italia, per le nostre critiche su alcune attività forse premature ma probabilmente necessarie se si vuole cambiare lo stato delle cose. Ben venga allora anche questo Betting Exchange Tour che ha l'ambizione di toccare tutte le principali città italiane senza mai cadere nell'errore (riportiamo letteralmente" di accettare sponsor e relativi compromessi. Vogliamo crederci,. E nell'ottica di contribuire all Anche noi a breve abbieremo dei webinar gratuiti , tenuti da sport trader professionisti , volti a dare una formazione di base per capire come operare e guadagnare con il betting exchange


Impara betting exchange nuovo

Questo sito utilizza cookies per migliorare il servizio. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso.